venerdì 10 giugno 2011

Fare allenamento e non annoiarsi

Molto spesso si fa poco allenamento soprattutto perchè è noioso, e non per mancanza di forza o volontà.
Le possibilità sono essenzialmente due: correre e pedalare.
Oggi parliamo della seconda. Riguardo la possibilità di pedalare, l'ideale è farlo all'aperto anche perchè la forza necessaria per vincere l'attrito col terreno è comunque maggiore di quella per spostare aria. Ovvio poi che la bici all'aperto è anche meno noiosa.

Tuttavia, siccome mi piace dare consigli pratici per chi vuole dimagrire, voglio parlare di un attrezzo che tutti possono avere: ovviamente parlo della Cyclette da stanza.

Ce ne sono di tutti i tipi e va bene uno qualsiasi. Regolate la sella in modo da estendere quasi completamente l'arto inferiore quando siete nel punto più basso della pedalata e .... Pedalate !!!
L'inizio è energico e voglioso, ma dopo dieci minuti inizierete a sudare e vi chiederete:
a) chi ve l'ha fatto fare ?
b) quando finisce ?

Molti superano questo ostacolo semplicemente con un "Inizio con un quarto d'ora e poi nei prossimi giorni aumento". Molto spesso non ci sarà nessun prossimo giorno.

Il momento della cyclette va vissuto come un momento uguale a tutti gli altri della giornata. Come un momento di relax qualsiasi in cui (nel frattempo) muovete gambe e glutei. Per questo motivo, ho cercato diversi sistemi che mi permettessero di superare il problema della noia durante la pedalata, in modo che il tempo possa passare senza che io me ne accorga e ritrovarmi a dire "Già finito !", immaginando subito di rifarlo il giorno dopo.

Chiaro che il primo impegno possibile è la musica. Partendo dal fatto che bisogna almeno pedalare 30 minuti per cominciare a consumare le riserve in eccesso di grassi, si può provare a creare una playlist con Windows Media Player che comprenda pochi brani ma sufficienti a coprire i nostri 40 o più minuti di allenamento, che corrispondono su per giù ad una decina di canzoni. Per molti questo sistema è sufficiente, ma io ne ho sperimentato un altro più coinvolgente, perchè oltre alle orecchie, chiama in causa anche gli occhi.

Mentre pedalo io vedo film ! O, meglio ancora, serie tv. In media una puntata di una serie TV dura tra i 40 e io 50 minuti. L'ideale insomma. Potete posizionare la cyclette davanti alla televisione o al pc. Alzare il volume delle casse (o indossare le cuffie se il filo è sufficientemente lungo da non ostacolarvi nei movimenti) e iniziare a pedalare. Se siete coinvolti a guardare la serie:
a) non starete continuamente a controllare il tempo, perchè sapete che se non finisce la puntata non potete fermarvi.
b) sentite di meno la fatica perchè la vostra attenzione mentale è altrove: non penserete "quando finisce?", ma penserete "come finisce?" (la puntata) e dunque continuerete a vederla per non perdervi nulla prima del finale.

Potete scegliere ad esempio delle serie TV in diverse stagioni in modo tale che per almeno 1-2 mesi di allenamento siete coperti.

Anche i film vanno bene, ma l'unico problema è che sono troppo lunghi per vederli in un unica sessione e a volte troppo corti per vederli in due sessioni. Insomma, regolatevi in base alla durata.

Siate costanti !!! Non vorrete di certo iniziare a vedere una serie e poi non scoprire il finale ....

Nessun commento:

Posta un commento